Malata di sclerosi multipla, riesce a vivere solo facendo uso di marijuana

Oggi vi presentiamo la drammatica storia di Angeline Chilton, una donna affetta dalla sclerosi multipla.

Questa donna è costretta a fumare almeno due canne di marijuana al giorno, per riuscire a fermare almeno in parte i tremori causati dalla patologia.

La notizia è stata riportata direttamente dal New York Post. Angeline assume questa sostanza stupefacente solo per uso terapeutico, e lei stessa a sottolineare di non averne mai usufruito prima di guidare.

Non fa uso nemmeno di alcolici, tutto ciò che è costretta ad assumere per contenere gli effetti della malattia è il THC: infatti, il suo organismo è saturo di tetraidrocannabinolo, una sostanza psicoattiva che troviamo nella marijuana.

E’ ormai da diverso tempo che vi sono pazienti affetti da gravi patologie che vengono trattati con la marijuana: proprio per questo, essendo molti di essi degli automobilisti, è stata avanzata la richiesta di una marijuana card, che serve ad affermare che essi ne fanno solo un uso medico, per evitare eventuali sanzioni da parte delle forze dell’ordine.

E’ stata proposta da alcuni stati dell’USA l’introduzione di una legislazione per questa sostanza proprio come per l’alcol, ma con delle sanzioni che verrebbero applicate in base a quanta droga è stata assunta.


Questo articolo è stato tratto dal New York Post

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.