Fobie più strane

Torna nell'Homepage

Fobie più strane su Brucofalla

Le fobie più strane del mondo

Fobie più strane
Fobie più strane

Curiosità su tutte le fobie più strane: l’elenco delle paure più singolari e bizzarre

Le fobie sembrano rare, ma in realtà ne soffrono in molti, quasi il 10% della popolazione mondiale, solo in Italia sono almeno 5 milioni gli italiani che hanno una paura che si esprime in forma patologica. Sono molte le forme di fobia diffuse nel mondo, più o meno scientificamente fondate, di queste molte sono strane e bizzarre a tal punto che ad una prima analisi sembrerebbero rare da trovare o impossibili.

Prima di proseguire, definiamo cosa è una fobia.

Che cos’è una fobia?

La fobia è una paura irrazionale a carattere patologico, è una paura immotivata, persistente e intensa per qualcosa che non rappresenta un reale pericolo. Può essere una situazione, un oggetto, un’attività, un animale o un essere umano, ma nonostante la persona riconosce la sua paura non riesce a controllarla. La paura a differenza della fobia, è uno stato di allerta naturale del nostro organismo che si attiva per far fronte a situazioni di reale pericolo. Il termine fobia deriva dal greco φόβος, phóbos, che tradotto vuol dire “panico, paura”.

Le fobie solitamente scaturiscono da associazioni mentali e traumi spesso accaduti nell’infanzia.

Di seguito un elenco delle fobie più strane:

Panofobia: la paura di tutto

La panofobia (chiamata anche omnifobia, panfobia o pantofobia) è la paura persistente di tutto, scientificamente nota come “paura non specifica”. Soffrire di panfobia significa avere paura di avere paura, quindi temere morbosamente la paura stessa

Hexakosioihexekontahexafobia: la paura del numero 666

La hexakosioihexekontahexafobia è la paura irrazionale del numero seicentosessantasei. Il termine hexakosioihexekkontahexafobia deriva dal greco ἑξακόσιοι (seicento), ἑξήκοντα (sessanta) e ἕξ (sei). Gli individui che soffrono di questa fobia tendono ad evitare qualsiasi cosa relazionata a questo numero. È più frequente nelle persone credenti, in quanto il numero 666 è correlato all’Anticristo, il numero della Bestia.

Xantofobia: la paura del colore giallo

La Xantofobia è la paura del colore giallo. Coloro che soffrono di questa xantofobia provano una forte angoscia irrazionale per qualsiasi cosa di colore giallo. In alcuni casi più gravi, anche la parola stessa “giallo” è in grado di generare ansia.

Turofobia: la paura del formaggio

La turofobia è la paura del formaggio. Gli individui che soffrono di turofobia provano malessere e ansia nel vedere il formaggio o nel sentirne il solo odore. Burrata, Mozzarella, Caciocavallo, Fontina o Robiola, qualsiasi formaggio esso sia, la paura irrazionale di coloro che soffrono di questa fobia è sempre la stessa.C

Chrometofobia: la paura del denaro

La chrometofobia è la paura del denaro, per coloro che soffrono di questa fobia, effettuare qualsiasi tipo di pagamento diventa un’impresa molto difficile. La chrometofobia è una paura che deriva da esperienze negative o traumi causati dal denaro.

Misofobia: la paura dello sporco

La misofobia (o germofobia) è la paura patologica dello sporco. Le persone che soffrono di misofobia hanno paura del contatto con lo sporco e aumentano la loro igiene personale all’inverosimile per evitare qualsiasi probabilità di contagio da germi.

Somnifobia: la paura di addormentarsi

La somnifobia è la paura irrazionale di addormentarsi. Tutti coloro che soffrono di somnifobia vanno nel panico al solo pensiero di dormire, quindi hanno grandi difficoltà ad addormentarsi a causa della forte ansia. È una fobia fortemente collegata all’insonnia e può essere causata da un trauma o dalla paura costante che potrebbe succedere qualsiasi cosa mentre si dorme.

Coulrofobia: la paura dei pagliacci

La coulrofobia è la paura dei pagliacci e dei clown. I coulrofobici provano angoscia e paura alla visione di un pagliaccio e se entrano a contatto con un clown potrebbero avere dei veri e propri attacchi di panico.

Pluviofobia: la paura della pioggia

Pluviofobia è la paura della pioggia. I pluviofobici provano angoscia e terrore di bagnarsi con le gocce della pioggia, a volte l’ossessione è tale da idolatrare gli oggetti che sono in grado di proteggerli dalla pioggia.

Hipopotomonstrosesquipedaliofobia: la paura delle parole lunghe

La hipopotomonstrosesquipedaliofobia è la paura irrazionale alla pronuncia di parole lunghe e complicate. La paura degli hipopotomonstrosesquipedaliofobici a volte è collegata alla timidezza e alla paura di pronunciare scorrettamente parole lunghe, mettendosi così in ridicolo. Il termine deriva dal greco ed è composto da “hipopoto” (grande), “mostro” (mostruoso), “sesquipedali” (parola grande) e “phobos” (paura).

La hipopotomonstrosesquipedaliofobia, è molto complessa da pronunciare per questo a volte viene utilizzato il termine sesquipedaliofobia.

Omfalofobia: la paura dell’ombelico

La omfalofobia è la paura di toccare o semplicemente vedere l’ombelico, il proprio o quello degli altri. Gli omfalofobici provano una vera e propria repulsione per il proprio ombelico e hanno grandi difficoltà nel lavarsi nella zona dell’ombelico. Inoltre, per via dell’ansia non riescono a recarsi in luoghi pubblici come la spiaggia.

Cenosillicafobia: la paura del bicchiere vuoto

La cenosillicafobia o cenosillicaphobia  è la paura del bicchiere vuoto. Coloro che soffrono di questa strana fobia provano ansia e attacchi di panico quando il bicchiere davanti ai loro occhi è vuoto.

Hilofobia : la paura degli alberi

La hilofobia è la paura anormale e persistente di arbusti, alberi e foreste. Il termine hilofobia è anche detto xilofobia dal greco xylón o hylo (“bosco/ legno”) e phobos (“paura”).
Le persone che ne soffrono solitamente hanno subito dei traumi durante l’infanzia e provano un angoscia incontrollabile e ansia nei confronti di alberi, boschi e foreste.

Triscaidecafobia: la paura del numero 13

La triscaidecafobia è la paura irrazionale del numero 13. Tutti coloro che soffrono di questa fobia evitano qualsiasi cosa in cui è raffigurato il numero 13. La triscaidecafobia è solitamente legata alla superstizione e alla cultura popolare.

Parascevedecatriafobia: la paura di venerdì 13

La parascevedecatriafobia è la paura di venerdì 13, come la triscaidecafobia questa paura è legata alla superstizione. Venerdì 13 è una data considerata di cattivo auspicio nel mondo anglosassone .

Papafobia: la paura del Papa

La papafobia è la paura del Papa e di tutto ciò che è collegato al capo della Chiesa cattolica. Le persone provano una forte ansia e paura per il pontefice e di tutto ciò che correlato alle simbologie cattolico-vaticane.

Uranofobia: la paura del cielo o del paradiso

L’uranofobia è la paura del cielo o del paradiso. Le persone che soffrono di uranofobia provano una forte ansia della vita dopo la morte. Questo tipo di fobia può svilupparsi nei credenti angosciati dal pensiero di essere giudicati dopo la morte. È una delle fobie più rare e complesse da trattare, dal momento che non è possibile fare una terapia di assuefazione.

Pogonofobia: la paura della barba

La pogonofobia è la paura irrazionale della barba, in particolare quelle più folte e lunghe. I pogonofobici provano angoscia e nausea quando vedono una rasatura non perfetta. Questa fobia scoperta nel 1851 è legata principalmente dall’immaginario collettivo dei personaggi barbuti cattivi nei libri e dalla mancanza di igiene personale.

Tripofobia: la paura di buchi o protuberanze

La tripofobia è la paura irrazionale di buchi o protuberanze. Il termine tripofobia deriva dal greco τρύπα, trýpa, che significa “buco” e φόβος, phóbos, che significa “paura”. I sintomi dei tripofobici sono prevalentemente attacchi di panico, sudore freddo, e nausea alla visione di buchi scavati da insetti. oggetti bucati e cavità nelle ferite. Si pensa che le possibili cause di questa fobia siano basate sulla repulsione biologica che associa queste forme a reazioni inconsce di pericolo. Non esistono trattamenti per la tripofobia.

Chaetofobia: la paura dei capelli

La chaetofobia è la paura dei capelli. Per gli chaetofobici basta il solo pensiero per provare angoscia e paura, in altri casi basta il solo contatto con i capelli o con i peli di qualsiasi essere vivente. Questa fobia viene anche detta caetofobia.

Anablefobia: la paura di guardare in alto

L’anablefobia è la paura di guardare in alto. Coloro che soffrono di anablefobia hanno il timore di rivolgere gli occhi al cielo. Questa fobia alle volte è collegata ad un profondo senso di paura di ciò che è ignoto e della piccolezza dell’uomo rispetto all’intero universo.

Ommetafobia: la paura degli occhi

L’ommetafobia è la paura degli occhi ed è considerata una fobia sociale. Coloro che soffrono di ommetafobia, detta anche omatofobia hanno probabilmente vissuto un evento traumatico che ha coinvolto gli occhi. È considerata una fobia sociale perchè tutti i tipi di rapporto richiedono un contatto oculare diretto.

Belonefobia: la paura degli aghi

La belonefobia è la paura degli aghi, detta anche tripanofobia, aicmofobia o aichmofobia è una delle fobie strane più diffuse (circa il 10% della popolazione). Gli belonefobici provano una grande paura per aghi, spilli, pezzi di vetro, siringhe, seghe, coltelli, lame e per qualsiasi cosa che possa provocare ferite e sanguinamento. Gli episodi di nausea e ansia incontrollata possono essere innescati da un semplcie esame del sangue o ad esempio dalla visione di qualcuno che sta adoperando un coltello.

Barofobia: la paura della gravità

La barofobia è la paura della gravità. Coloro che soffrono di barofobia ha paura che la forza di gravità possa schiacciare il corpo fino alla morte oppure che da un momento all’altro possa sparire lasciandoci fluttuare nell’aria.
Coloro che soffrono di barofobia provano una forte angoscia e panico all’interno di un ascensore, sulle scale mobili o sulle giostre.

Arachibutirofobia: la paura del burro d’arachidi

L’Arachibutirofobia è la paura del burro d’arachidi. In particolare coloro che soffrono di arachibutirofobia hanno timore che il burro d’arachidi possa appiccicarsi al palato. Le cause di questa fobia sono spesso radicate in una fobia più generalizzata come l’Anginofobia, la paura di soffocare.

Anginofobia: la paura di soffocare

L’anginofobia è la paura di soffocare. Coloro che soffrono di anginofobia provano ansia e vivono un dramma al momento dei pasti, gli attacchi di panico sono nell’ordine del giorno. Vivono con angoscia anche il semplcie deglutire la saliva, per la forte paura di morire soffocati.

Ambulofobia: la paura di camminare

L’ambulofobia è la paura irrazionale e persistente di camminare. Coloro che soffrono di ambulofobia hanno probabilmente subito una lesione o frattura alle gambe o vissuto un trauma passato e il cui ricordo è fonte d’imbarazzo al punto da scatenare ansia e un vero e proprio complesso.

Peladofobia: la paura della gente calva

La peladofobia è la paura della gente calva, nota anche come falacrofobia, coloro che ne soffrono provano timore di tutti coloro senza capelli e di rimanere calvi. Solitamente la causa è legato ad un ricordo negativo che continua a incutere timore

Alliumfobia: la paura dell’aglio

L’alliumfobia è la paura insensata dell’aglio. Coloro che soffrono di questa strana fobia provano una forte angoscia e ansia per l’aglio. Si attribuisce solitamente l’alliumfobia in alcune leggende legate ai vampiri.

Allodoxafobia: la paura delle opinioni

L‘Allodoxafobia è la paura delle opinioni. Coloro che soffrono di
allodoxafobia provano terrorre delle opinioni altrui, solitamente questa fobia è fortemente legata a problemi di autostima, paura di confrontarsi e abuso emotivo.

Numerofobia: la paura dei numeri

La numerofobia è la paura dei numeri e di tutto ciò che è correlato alla matematica.
“La matematica non sarà mai il mio mestiere”, mai frase fu più azzeccata per descrivere questa fobia. Detta anche arithmofobia o matofobia, coloro che ne soffrono provano una forte ansia e angoscia per una singola cifra, per una sequenza di cifre, per la matematica o per la geometria. Alcuni numerofobici hanno paura di alcuni numeri specifici che provocano terrore perché legati a superstizioni, come il numero 13, il 17 o 666.

Clinofobia: la paura del sonno

La clinofobia è la paura del sonno, più precisamente di addormentarsi e non essere coscienti nella realtà. Coloro che soffrono di clinofobia spesso soffrono di insonnia e associano il sonno con la morte.

Cromatofobia: la paura dei colori

La cromatofobia è la paura dei colori. Coloro che soffrono di cromatofocia spesso associano un certo colore o una gamma di colori ad un particolare trauma o momento negativo al punto di provare angoscia e ansia. Alcuni cromatofobici hanno paura di un singolo colore, questa fobia può assumere un nome differente sulla base del colore di riferimento: cianofobia è la paura dell’azzurro, la crisofobia è la paura dell’arancione, la xantofobia è la paura del giallo, eritrofobia è la paura del rosso, la clorofobia è paura del verde, la porfirofobia è la paura del viola, la leucofobia è la paura del bianco e la melanofobia è la paura del nero.




Alliumfobia: la paura dell’aglio

L’alliumfobia è la paura insensata dell’aglio. Coloro che soffrono di questa strana fobia provano una forte angoscia e ansia per l’aglio. Si attribuisce solitamente l’alliumfobia in alcune leggende legate ai

Peladofobia: la paura della gente calva e della calvizia

La peladofobia è la paura della gente calva, nota anche come falacrofobia, coloro che ne soffrono provano timore di tutti coloro senza capelli e di rimanere calvi. Solitamente la causa

Ambulofobia: la paura di camminare

L’ambulofobia è la paura irrazionale e persistente di camminare. Coloro che soffrono di ambulofobia hanno probabilmente subito una lesione o frattura alle gambe o vissuto un trauma passato e il

Anginofobia: la paura di soffocare

L’anginofobia è la paura di soffocare. Coloro che soffrono di anginofobia provano ansia e vivono un dramma al momento dei pasti, gli attacchi di panico sono nell’ordine del giorno. Vivono

Arachibutirofobia: la paura del burro d’arachidi

L’Arachibutirofobia è la paura del burro d’arachidi. In particolare coloro che soffrono di arachibutyrophobia hanno timore che il burro d’arachidi possa appiccicarsi al palato. Le cause di questa fobia sono

Barofobia: la paura della gravità

La barofobia è la paura della gravità. Coloro che soffrono di barofobia ha paura che la forza di gravità possa schiacciare il corpo fino alla morte oppure che da un

Belonefobia: la paura degli aghi

La belonefobia è la paura degli aghi, detta anche tripanofobia, aicmofobia o aichmofobia è una delle fobie strane più diffuse (circa il 10% della popolazione). Gli belonefobici provano una grande

Anablefobia: la paura di guardare in alto

L’anablefobia è la paura di guardare in alto. Coloro che soffrono di anablefobia hanno il timore di rivolgere gli occhi al cielo. Questa fobia alle volte è collegata ad un

Chaetofobia: la paura dei capelli e dei peli

La chaetofobia è la paura dei capelli e dei peli. Per gli chaetofobici basta il solo pensiero per provare angoscia e paura, in altri casi basta il solo contatto con

Tripofobia: la paura di buchi o protuberanze

La tripofobia è la paura irrazionale di buchi o protuberanze. Il termine tripofobia deriva dal greco τρύπα, trýpa, che significa “buco” e φόβος, phóbos, che significa “paura”. I sintomi dei tripofobici sono

Pogonofobia: la paura della barba

La pogonofobia è la paura irrazionale della barba, in particolare quelle più folte e lunghe. I pogonofobici provano angoscia e nausea quando vedono una rasatura non perfetta. Questa fobia scoperta

Uranofobia: la paura del cielo o del paradiso

L’uranofobia è la paura del cielo o del paradiso. Le persone che soffrono di uranofobia provano una forte ansia della vita dopo la morte. Questo tipo di fobia può svilupparsi

Papafobia: la paura del Papa

La papafobia è la paura del Papa e di tutto ciò che è collegato al capo della Chiesa cattolica. Le persone provano una forte ansia e paura per il pontefice

Parascevedecatriafobia: la paura di venerdì 13

La parascevedecatriafobia è la paura di venerdì 13, come la triscaidecafobia questa paura è legata alla superstizione. Venerdì 13 è una data considerata di cattivo auspicio nel mondo anglosassone. Parascevedecatriafobia:

Hilofobia o xilofobia: la paura degli alberi e del legno

La hilofobia è la paura anormale e persistente di arbusti, alberi, foreste e tutto ciò che è di legno. Il termine hilofobia è anche detto xilofobia dal greco xylón o hylo (“bosco/