Massaggio erotico, come si fa?

Il massaggio erotico non è un preliminare come tutti gli altri.

Rilassa ed eccita, ci aiuta a sgomberare la mente, a scaricare lo stress, a creare un legame di fiducia con il partner, a rendere il corpo più ricettivo agli stimoli.

In altre parole, è un ottimo rituale che propizia il piacere.

1 –  Per prima cosa, dimenticati del fatto che dopo potreste fare sesso.

Piuttosto, concentrati sul dare sensazioni piacevoli al partner, a dedicarti anima e corpo al suo benessere generale. Quello sessuale arriverà in modo naturale e spontaneo, ma non deve mai essere un obbligo.

2 – Di conseguenza… non aspettarti nulla in cambio: no, neanche un massaggio.

La parola d’ordine infatti è inesigente. Per fare un buon massaggio – che sia erotico o meno – bisogna avere il desiderio – dichiaralo chiaramente anche al partner, prima di iniziare il massaggio – di dare in modo disinteressato. Di solito questo tipo di attenzioni non manca di essere ricambiato.

3 – Anche l’atmosfera gioca la sua parte, quindi prepara l’ambiente adatto al massaggio, sensuale e rilassante al tempo stesso.

Bando al disordine, e via libera a tutto ciò che può coccolare (e accendere…) i sensi: abbassa le luci e accendi delle candele, degli incensi profumati, dalla musica luonge. Prima di iniziare, assicurati che ogni dettaglio sia al suo posto e spegni il cellulare!

4 – Perché il massaggio sia efficace e rilassante per entrambi, bisogna effettuarlo su una superficie piuttosto rigida, quindi dimenticati il letto, anche se sembra tanto comodo.

Preferisci il pavimento, e scegli la posizione giusta. Sistemati in ginocchio, sistemando magari con un cuscino tra le tue natiche e i talloni, e fai accomodare il partner davanti a te, seduto con le gambe incrociate: è la posizione ideale per eseguire un massaggio senza affaticarsi troppo, per avere libero accesso al copro del partner con baci e carezze e per farlo sentire avvolto dal un caldo e rilassante abbraccio.

5 – Non usare semplici creme per il corpo per il tuo massaggio, perché si asciugano troppo in fretta e saresti costretta e interrompere il massaggio di frequente.

Usa invece degli oli – ottimo quello di mandorle, o le nuove candele da massaggio – che offrono un tocco morbido, scorrevole e vengono assorbiti poco a poco. Una piccola avvertenza: versa l’olio sul palmodelle mani e riscaldalo massaggiandole, prima di applicarlo sul corpo del partner.

6 – Usa un po’ di creatività e ai classici movimenti del massaggio unisci qualche bacio, qualche sussurro, sperimentando diversi tocchi e intensità, diverse modalità per stimolare il corpo.

7 – Non avere fretta.

Davvero. Inizia con calma, prima con un tocco gentile e morbido per dare modo al corpo di svegliarsi. quando sentirai che il suo corpo si sta rilassando e si sta affidando alle tue mani, usa un tocco progressivamente più profondo e avvolgente, spostandoti a poco a poco verso il basso, insinuando – senza mai arrivarci – un contatto più intimo.

8 – Quando massaggi, cerca di toccare il corpo del partner il più possibile per dargli una sensazione più avvolgente.

Mantenendo le mani rilassate e aperte, con le dita ben distanziate e i palmi morbidamente flessuosi. Tocca come se con una sola mano potessi abbracciare tutto il suo corpo.

9 – Inizia il massaggio usando le mani ben aperte, e non usare troppo i pollici.

Rischieresti di affaticare in fretta le tue mani. Invece, conserva il loro tocco come arma segreta per il gran finale, andando a sciogliere le tensioni più difficili da allentare.

10 – Ti è piaciuto? In questo caso è lecito, ma anche utile chiederlo, persino in corso d’opera.

Cerca sempre un riscontro sul tuo massaggio da parte del partner, sia facendogli delle domande dirette – forse preferisce un tocco più leggero o più deciso, forse vorrebbe che ti concentrassi un po’ più verso il basso o verso sinistra – oppure interpretando le sue reazioni di piacere o dis-piacere, come gemiti e smorfie. Potrai imparare molto sul suo corpo.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*