Fukushima, radiazioni aumentate 18 volte, una quantità che ucciderebbe una persona in 4 ore

Serbatoio contaminato 1.800 millisievert/ora, livello letale, nel 2014 l’acqua radioattiva di Fukushima arriverà sulle coste della California, ma sotto i limiti.

Fukushima, radiazioni aumentate 18 volteTOKYO – Il livello di radiazioni nei pressi del serbatoio che contiene acqua contaminata nella centrale giapponese di Fukushima è 18 volte più alto rispetto al 22 agosto, ovvero 1.800 millisievert all’ora. Una quantità che uccide una persona esposta nel giro di 4 ore. Lo ha annunciato l’operatore Tepco. Il 22 agosto il livello, presso lo stesso serbatoio, era di 100 millisievert/ora. La legge giapponese fissa la soglia massima di esposizione a 50 millisievert/ora per i lavoratori delle centrali.

Tra un anno l’acqua radioattiva uscita nel marzo 2011 dalla centrale atomica giapponese di Fukushima, danneggiata dallo tsunami, raggiungerà le coste della California. Ma non ci saranno pericoli in quanto il tasso di radioattività, diluita dalle acque del Pacifico in tre anni di traversata, sarà inferiore ai limiti ammessi. «Già dopo la fuoriuscita in mare, la concentrazione era calata al di sotto dei limiti ammessi dall’Organizzazione mondiale della sanità», ha ricordato Erik van Sebille, del Centro di ricerche sul cambiamento climatico dell’Università del Nuovo Galles del Sud.

CORRENTE KUROSHIO – Sono i dati contenuti in un accurato studio sulle correnti marine che viaggiano da ovest a est nel Pacifico e che, oltre a trasportare i detriti dello tsunami che già sono arrivati sulle coste canadesi e statunitensi, adesso portano anche la radioattività (in particolare il cesio-137). Per la precisione i ricercatori australiani, che hanno pubblicato lo studio sulla rivista specializzata Deep Sea Research Part I: Oceanographic Research Papers, parlano di tre anni tra le emissioni in mare e l’arrivo delle prime acque radioattive in California: quindi dal 2011 al 2014 per attraversare tutto il Pacifico da ovest a est grazie alla corrente Kuroshio e alla sua estensione, che è un po’ il corrispondente pacifico della corrente del Golfo atlantica.

________________________________________________________________________________________________________________

Parti di questo articolo sono stati pubblicati dal sito dell’Ansa e del Corriere | Copyright 2013 ©



Scopri la sezione Articoli sull'Ambiente per ulteriori contenuti di approfondimento, naviga tra le righe e soddisfa la tua curiosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scorrere fino in cima