I punti per capire se sei diventato schiavo di Internet

I punti per capire se sei diventato schiavo di Internet

I punti per capire se sei diventato schiavo di Internet

1. Ti alzi alle 3 del mattino per andare in bagno e prima di arrivarci ti fermi per vedere se sono arrivate delle notifiche per te sui tuoi social network preferiti.
2. Ti fai fare un tatuaggio che dice “Questo corpo si vede meglio utilizzando Internet Explorer 8 o superiore.”
3. Chiami i tuoi figli: Facebook, Mozilla, Google e Twitter.
4. Quando spegni il computer ti prende un senso di vuoto, come quando ti lasci con la tua ragazza.
5. Per tutto il viaggio aereo hai tenuto il tuo portatile sulle ginocchia e il tuo bambino nello scomparto superiore.
6. Decidi di frequentare l’università per due o tre anni in più, solo per avere accesso gratuito a Internet.
7. Quando qualcuno ti dice di avere un modem da 56K, gli ridi in faccia.
8. Incominci ad usare le “faccine” anche nella posta normale.
9. Ti si è rotto l’hard disk. Non ti sei connesso per più di due ore. Incominci ad avere le convulsioni. Mandi a fanculo il computer prendi lo smartphone, ti connetti e lo scrivi come stato sul tuo social network.
10. Ti ritrovi a digitare .com dopo ogni punto “punto.com”
11. Quando vai in bagno dici che vai a fare un download
12. Quando ti presenti a qualcuno non dai il tuo nome ma il tuo User ID
13. Tutti i tuoi amici hanno un @ nei loro nomi e conosci i loro usurname a memoria.
14. Il tuo gatto o cane ha una sua “HomePage”.
15. Non chiami più tua madre… lei non ha internet.
16. Controlli la tua posta, ma un messaggio dice che non ci sono nuovi messaggi … così la controlli di nuovo.
17. Ogni azione che compi la scrivi come stato sul tuo social network preferito.
18. Non sai più di che sesso sono i tuoi migliori amici, perchè loro usano un user ID neutro e tu non vuoi chiederglielo.
19. Quando devi prendere un taxi per tornare a casa dai come indirizzo: “http://via.roma.21/casa.html.”
20. Hai sonno ma continui a stare davanti internet finchè non ti viene mal di testa.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*