Tribunale di Milano e penitenziaria sotto attacco degli Anonymous

20130216_hacker_anonymous_tribunale_milano

 

MILANO – Hackerato il sito del tribunale di Milano. Al posto della homepage appare la scritta “Hacked by LndTm 2013 Italian crew” (cioè Formazione italiana), una maschera tricolore di V for vendetta, usata solitamente da Anonymous.

Sotto l’immagine la scritta

«preparatevi ha inizio l’Apocalisse! È la fine per un nuovo inizio. Sta arrivando come l’ira di DIO il vero cambiamento per i giovani del popolo italiano. La giovane Italia degli italiani che lavorano e sono stufi di essere presi per il culo, derubati, maltrattati da quei delinquenti che ci governano e da tutte le lobby che li supportano. Da adesso pagheranno per tutto quello che hanno fatto. Rivoluzione digitale.

Anche il sito del Dap, il Dipartimento di polizia penitenziaria, ha subito un attacco hacker di Anonymous, analogo a quello al sito del Tribunale di Milano. L’attacco è stato fatto nella notte, attorno alle 2 e collegandosi al portale compariva al posto della home page lo stesso messaggio visibile sul sito del palazzo di giustizia milanese. Gli operatori del ced hanno provveduto a rimuoverlo, scollegando il sito, che la momento non è operativo, e si sta lavorando per il ripristino.
I tecnici del Dap stanno svolgendo accertamenti sull’attacco. Il portale non sarà ripristinato presumibilmente prima di lunedì. Al sito non afferiscono né dati sensibili né banche dati di alcun genere. Non c’é neppure un’area riservata, che consenta un accesso privilegiato a informazioni «criptate». Il portale contiene più che altro notizie relative al mondo delle carceri e alle normative che incidono sul settore.

Il contenuto di questo articolo, è stato pubblicato da Il Messaggero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scorrere fino in cima