Tatuaggio sulla vagina, ragazza si fa filmare durante l’operazione e grida per il dolore [ VIDEO ]

Tatuaggi vaginali, per quanto artistici e curiosi, il dolore è assicurato

Tatuaggio sulla vagina: realizzazione, cura e dettagli

Tatuaggio vaginale: realizzazione e cura

Il tatuaggio vaginale viene realizzato in zone come il monte di venere, l’interno coscia o l’inguine, non proprio come si può pensare dal nome. Più che vaginali, forse sarebbe più corretto identificarli come tatuaggi pubici.

La prima operazione da compiere, prima del tatuaggio sulla vagina, è quella di effettuare un’accurata depilazione evitando di irritare il più possibile la pelle. Quindi dimenticate il classico rasoio e fate una ceretta qualche giorno prima del tatuaggio.

Per realizzare i tatuaggi vaginali ci vuole un po’ di follia e parecchio coraggio sia per il tatuatore che per il committente dell’opera, la seduta dell’intervento può protrarsi per delle ore e il dolore è assicurato perché la zona vaginale, come si può facilmente immaginare, è molto sensibile ed un tatuaggio permanente viene comunque realizzato con un ago.

Per quanto artistico ed interessante, il dolore è un fattore da tenere in considerazione, come è capitato a questa ragazza che si fa filmare mentre il tatuatore effettua l’intervento.

Guarda il Video.

Tatuaggi parti intime

Significato del tatuaggio

Il tatuaggio è stato impiegato presso moltissime culture, sia antiche che contemporanee, accompagnando l’uomo per gran parte della sua esistenza; a seconda degli ambiti in cui esso è radicato, ha potuto rappresentare sia una sorta di carta d’identità dell’individuo, che un rito di passaggio, ad esempio, all’età adulta.

Nelle culture moderne per alcuni individui è ancora rimasto il significato intrinseco di sempre, per altri invece è solo uno status symbol privo di ogni tipo di significato, esclusivamente per sfoggiarlo e stare al centro dell’attenzione.

Tatuaggio sulla vagina: post realizzazione

La post realizzazione di un tattoo sulle parti intime femminili non richiede particolari o diversi trattamenti rispetto ad un qualunque tatuaggio.

Il suggerimento è quello di applicare molta crema, dare un po’ d’aria alla zona in cui è stato realizzato il tatuaggio (anche se potrebbe risultare difficile) e per evitare infezioni di indossare biancheria intima di cotone e di colore bianco.

Tatuaggi su parti intime femminili: trucco semipermanente vaginale?

Una delle ultime mode in fatto di tatuaggi vaginali è quella del trucco semipermanente, che invece di realizzare sulla pelle dell’inguine e del pube i classici disegni o scritte, riproduce i peli pubici in modo da conferirgli la forma che si desidera.

Le controindicazioni dei tatuaggi vaginali

Non sono presenti controindicazioni specifiche per il tatuaggio sulla vagina, a parte il fastidio e il dolore che si presenta durante la loro realizzazione (soglia di dolore che varia da soggetto a soggetto) bisogna comunque avere attenzioni maggiori rispetto ai classici tatuaggi, vista la zona del corpo molto sensibile rispetto alle altri parti del corpo.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*