Colibri l’auto compatta, longeva, pratica ed elettrica che costa meno di 10mila €

Colibri è un’auto elettrica decisamente economica, il suo prezzo di vendita non supererà i 10.000 euro. Il suo nome è quello del colibrì, un uccello piccolo ed elegante, il suo logo è rappresentato da un’ala stilizzata.

Colibrì

Oggi giorno scommettere sulle auto elettriche non è cosa da poco. È necessario spendere molte forze nel far percepire le enormi potenzialità di tale segmento, soprattutto di piccolissima taglia, per non dire unica. Ebbene sì, la novità presentata al Salone di Ginevra si chiama Colibri Electric Vehicle, una monoposto elettrica ideata dalla Innovative Mobility Automobile GMBH, azienda tedesca della Turingia abbreviata nella sigla IMA.

Dinamica, semplicissima da parcheggiare, la Colibrì mostra visibilmente grande praticità. Altro aspetto esemplare è quello della longevità del ciclo vitale della batteria: si parla di almeno 2.000 ricariche, equiparabili a grandi linee a 220.000 km o 8 anni di utilizzo, e allo stesso tempo ai bassi tempi di ricarica.

Le dimensioni sono davvero ridotte: Colibri EV è lunga appena 2,7 metri, larga 1,18 m ed alta 1,30 metri. Simpatico ed innovativo l’accesso all’abitacolo che avviene attraverso due portiere con apertura ad ala di gabbiano. L’interno è versatile e si adatta completamente alle esigenze di ogni persona, dalla più bassa di statura ai più spilungoni. Il bagagliaio ha una capienza che si aggira intorno ai 180 litri, poco capiente in quanto permette di trasportare poco più di una valigia e due casse d’acqua.

Questa simpatica auto elettrica, che farà sicuramente cadere l’occhio ai più curiosi che si aggireranno nei corridoi del salone, è davvero superleggera: il telaio è costruito usando una lega di acciaio al magnesio per ridurre il peso del veicolo a soli circa 400 kg ed il consumo di energia ne risente positivamente. Gli sviluppatori B&W ed Altair Engineering confermano che la Colibri EV si posizioni al primo posto tra i veicoli della sua categoria nei crash test Euro-NCAP, secondo il comunicato di IMA.

La motorizzazione è costituita da una coppia di motori elettrici CPM da 24 kW di potenza: grazie allo scarso peso dell’auto essa può raggiungere i 120 km/h e gode di un’accelerazione 0/100 km/h in 9,9 secondi.

Christian Böhme, curatore del design dell’auto elettrica, ha puntato a soluzioni mirate all’ottimizzazione della funzionalità e degli spazi: le portiere ad ala di gabbianoconsentono di essere aperte anche con pochissimo spazio a disposizione, mentre la carrozzeria del mezzo è stata realizzata in poliuretano e tramite processi a bassissime emissioni.

La tecnologia in questo piccolo mezzo non è stata sicuramente lasciata da parte: Colibrì EV è stata dotata di una plancia di comando basata su una soluzione che prevede in dotazione un Tablet che funge da strumento di controllo, il quale, connettendosi ad una rete, può servire alla gestione del mezzo.

Bisognerà attendere ancora un annetto circa per prenotare la piccolina di casa IMI, e i clienti interessati dovranno attendere almeno il 2015 per poter salire a bordo di questa piccola navicella. Certamente questa nuova auto elettrica non resterà in ombra, sia perché esteticamente simpatica e curiosa, sia perché il prezzo è abbordabilissimo: sembrerebbe che si aggiri a meno di 10.000 euro e, ad oggi, in un momento in cui un numero consistente di clientela privata è sempre più attratta da concetti di traffico intelligente che consentano una combinazione di diverse modalità di trasporto personali e non, come auto private, car sharing o TPL, il Colibri si dice in grado di coprire l’80% della domanda di mobilità privata.

Colibri, scheda tecnica
Veicolo: compatto, monoposto
Velocità massima: 120 km/h
Autonomia: 110 km
Batteria: 6,5 kWh agli ioni di litio fosfato
Accelerazione: da 0 a 100 km/h in 9,9 secondi

Nel 2014 arriverà anche l’auto elettrica zero emissioni ancora più economica: 5.000 euro per la tedesca Streetscooter

______________________________________________________________
Questo articolo è stato pubblicato da auto.opinionzine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scorrere fino in cima