Una bioplastica dove le piante sopravvivono e crescono davvero in fretta [VIDEO]

State a vedere come questo materiale fa crescere veloce una piantina di fagiolo. E se lo usassimo al posto della plastica tradizionale?

 

Forse da piccoli l’avete fatto anche voi, l’esperimento dove armati di cotone e acqua facevate germogliare il grano o i legumi in un bicchiere. O forse no. In ogni caso, oggi avreste a disposizione una nuova materia prima al posto del cotone: una plastica speciale dove, come potete vedere dal video, la pianta del fagiolo dimostra di poter sopravvivere e crescere davvero in fretta.

La sua origine è naturale e infatti la sua componente principale, il chitosano, deriva dall’esoscheletro dei gamberi. Perché non provare a utilizzarla per costruire i beni di consumo, dagli smartphone ai contenitori, che così avrebbero un minore impatto ambientale? Lo studio completo è disponibile su Macromolecular Materials & Engineering.

(Credits: Harvard’s Wyss Institute)

 

Il contenuto di questo articolo è stato pubblicato su wired.it

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*