BRUCANEWS : Rischio onda anomala anche per la Calabria e la Sicilia

Rischio onda anomala per la Calabria e la Sicilia e ad ammetterlo sono stati diversi quotidiani della carta stampata del sud. Il vulcano Marsili, stando alle parole di due importanti sismologi, Steven Word ed Enzo Boschi, brucia con magma sotto il mare e le sue pareti sono fragilissime e mentre Word afferma che un disastro può accadere anche nell’immediato, anche il sismologo italiano Enzo Boschi lascia messaggio non estremamente rassicuranti per la popolazione del sud dell’Italia: “Il cedimento delle pareti muoverebbe milioni di metri cubi di materiale, che sarebbe capace di generare un’onda di grande potenza. Gli indizi raccolti ora sono precisi ma non si possono fare previsioni. Il rischio è reale e di difficile valutazione. Quello che serve è un sistema continuo di monitoraggio, per garantire attendibilità”. Le dimensioni del vulcano Marsili sono impressionanti e lo classificano come il vulcano più grande d’Europa; le sue dimensioni: 3 mila metri di altezza e i suoi 30 km di larghezza e 70 di lunghezza. I sismologi preannunciano che eventuali smottamenti causati da movimenti sismici causerebbero maremoti che in soli venticunque minuti potranno far giungere una potentissima onda anomala (Tsunami) in Sicilia e in Calabria creando, susseguenti ed irriversibili danni all’intera zona meridionale italiana.

FONTE : GAZZETTA DEL SUD //   YOUREPORTER

FOTO TRATTA DAL SITO : METEOWEB

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*