BRUCANEWS : Inquietanti ritrovamenti, Teschio “alieno” scoperto in Messico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MESSICO – Un teschio ‘alieno’ è stato ritrovato in un cimitero messicano. Alieno per qualche complottista. ‘Terrestre’ per gli storici e il resto della popolazione mondiale.

Il reperto, che risalirebbe a più di mille anni fa, è una testimonianza di una pratica, diffusa anticamente, di modificare i connotati tramite strettissime fasciature della testa, allo scopo di distinguere un gruppo sociale dall’altro per motivi rituali.

In realtà sembra infatti che il teschio sia soltanto una prova delle deformazioni craniche utilizzate dalle popolazioni locali per dividere i cittadini in classi sociali.
Un’immagine sorprendente che sembra arrivata direttamente dal set di un film di Ridlet Scott. Lo scheletro è stato ritrovato vicino al piccolo villaggio messicano di Onavas.
E’ la prima volta che viene ritrovato un teschio deformato, prova scientifica delle tradizionali usanze delle popolazioni indigene. “La deformazione cranica nelle culture meso-americane è stato utilizzatz per distinguere un gruppo sociale da un altro e per scopi rituali” ha dichiarato l’archeologo Cristina Garcia Moreno, direttore del progetto di ricerca.
Il cimitero è composto da 25 persone, 13 delle quali con deformazione cranica e cinque che presentano anche una mutilazione dentale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FONTE : TGCOM

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*