BRUCANEWS : Il cocktail più buono del mondo è italiano vince il Below Cocktail World Cup

La 7a edizione del 42 Below Cocktail World Cup svoltasi in èNuova Zelandatema del concorso di quest’anno ilCarnevale, ha visto triofare la squadra italiana.

Composta dai barman Danile Dalla PolaAlexander FrezzaLuca Sai che dopo una settimanaè intensa di impegni, 4 gare più la finale, hanno presentato il loro cocktail Elisir d’Amore.

Al secondo posto la squadra americana, distanziata dagli italiani per un solo mezzo punto percentuale, con il cocktailP.T. Pear Frizz ispirato agli anni venti e al terzo postoquella scozzese con Let’s Get Fizzical.

 

A giudicare la squadra italiana un team di esperticomposto da nomi importanti del mondo del beverage:Jacob Briars, legenda neozelandese, il Maestro Salvatore Calabrese, il barman più forte del mondo che ha apprezzato il drink ma soprattutto lo spirito con cui è stato presentato, David Woolrich Jason William, il miglior barman in Australia.

A far vincere gli italiani, oltre alle loro capacità da barman anche lo spirito di squadra che ha contraddistinto il team.

IL CONCORSO

  • Le 4 gare che precedono la finale:
  • mocktail gara d’improvvisazione
  • mistery challenge abbinamento di un vino locale con altri elementi e con un piatto cucinato da uno chef
  • 21century punch preparazione di un punch di 3 litri servito in una borsetta di plastica e in bicchieri fatti da peperoni verdi scavati
  • ready steady shake consegna da parte dei giudici di un box contenente 8 elementi.

Ogni gara ha una location diversa e particolare: si va dalla riva di un fiume, attraverso una gara di ulteriore abilità in uno shotover jet, alla famosissima azienda vinicola locale Peregrin, alla vallata Maori con tanto di accoglienza e canti tipici, fino ad arrivare allo spettacolare lago Waka Tibu.

Nei pressi del lago di Heyes, oltre 500 ospiti, all’interno di un tendone da circo sono stati coinvolti in una atmosfera carnevalesca e circense tra trapezieri, giocolieri, domatori, funamboli che accompagnavano le performace dei barman in gara in una competizione spettacolod avvero esclusiva.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*