Fa male il tatuaggio? Ecco la tavola del dolore

Fa male il tatuaggio? – la domanda che tutti si pongono prima di doverlo affrontare

Quali sono le parti del corpo meno dolorose e più dolorose?

Quanto fa male il tatuaggio? Il concetto del dolore, fino ad un certo punto di tolleranza è prettamente personale, la soglia del dolore varia da soggetto a soggetto, ognuno ha il suo limite e le sue resistenze, ognuno di noi può tollerare di più un tipo di dolore e meno un altro già per natura, ed a volte anche la motivazione ha la sua influenza su esso, aiutando a lenirlo o sopportarlo.

Il dolore del tatuaggio e ben tollerato dalla maggioranza delle persone, quello che si percepisce viene immediatamente accettato dal corpo, che si abitua gradatamente dopo pochi minuti di lavoro, manifestandosi piuttosto come un fastidio.

Fa male il tatuaggio: parti sensibili

Questo ovviamente su lavori di piccola e media entità e su parti meno sensibili, un discorso a parte, va fatto per quello che riguarda lavori su parti particolarmente sensibili, dove si richiede maggiore tolleranza al dolore, che comunque se il lavoro e di breve durata compensa con esso. Per i lavori di grandi dimensioni, anche se effettua in parti non eccessivamente sensibili, ovviamente si richiede una sopportazione leggermente superiore, per la durata, anche se solitamente essi vengono effettuati in più sedute.

Torniamo alla domanda principale, quanto fa male il tatuaggio?

Nell’immagine che segue è possibile visionare quali siano le parti del corpo più sensibili e meno sensibili che possano ricevere un tatuaggio. Si parte dalle parti colorate in verde che indicano un lieve dolore fino ad arrivare gradualmente (anche con i colori) alle parti rosse che sono le più dolorose.

Fa male il tatuaggio? Ecco la tavola del dolore
Fa male il tatuaggio? Ecco la tavola del dolore

A prescindere dalla dimensione del tatuaggio, è giusto ricordare che questo può provocare alcuni effetti collaterali che possono dipendere anche dal tipo di inchiostro utilizzato dal tatuatore e anche perchè non si presta la dovuta attenzione alla cura e al trattamento post-esecuzione del tatuaggio.

Ricordate comunque che oltre al dolore, e alla fatidica domanda “Quanto fa male il tatuaggio?? ” le domande che bisogna porre ad un tatuatore sono tutte quelle inerenti alle norme igienico sanitarie, al trattamento post-esecuzione e informatevi con autorevoli fonti di tutti i rischi sanitari a cui si va incontro.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*